Poltrone Relax, come scegliere tra le tante offerte online

Voglio comprare una poltrona relax online, ma non so da dove iniziare. Come scegliere una poltrona giusta per me?

Ci sono diversi aspetti da valutare prima di comprare una poltrona relax, vediamo insieme quali sono.

Ad esempio si può partire dal proprio salotto e quindi deve essere preso in considerazione il tipo di arredamento e lo spazio a disposizione.
Generalmente nel salone si trova sempre un divano al quale quindi verrà affiancato una poltrona relax. E proprio qui entra in gioco il design perché di solito le persone vogliono rispettare lo stile che predomina nella propria casa.

Perciò dipenderà da voi se scegliere una poltrona che si conformi con tutto l’arredo oppure scegliere una poltrona con uno stile che sia completamente diverso.

Inoltre, come abbiamo accennato precedentemente, bisogna calcolare anche lo spazio a disposizione. Le misure delle poltrone relax variano e quindi si può rischiare ad esempio di prenderne una troppo grande.
Non bisogna calcolare le misure della poltrona solo da chiuse, ma dobbiamo mettere in conto anche le misure di quando è completamente aperta.
Una poltrona relax aperta può arrivare a misurare anche due metri.

Per avere la certezza che si sta acquistando la poltrona relax che risponda alle vostre necessità e gusti vi consigliamo prima di tutto di recarvi personalmente in negozio e di provarla (Vedi il negozio a Roma Romanapoltrone.it), poi magari in un secondo momento la potrete comprare online ad un prezzo molto più basso (Vi consigliamo il sito www.myhomestyle.it alla sezione Poltrone relax troverete offerte incredibili!).

Puoi leggere qualunque cosa su quella poltrona, ma solamente tu puoi capire se davvero è perfetta per te. Trovare quella che ti da il giusto comfort non è facile, ci sono davvero tanti modelli, la scelta risulta essere sempre molto ardua.

Diciamo che la prima distinzione che bisogna fare è che ci sono poltrone relax manuali e poltrone relax elettriche.
Le prime per posizionarle si utilizza una leva che generalmente si trova sotto il bracciolo destro.
Invece le poltrone relax elettriche si muovono tramite un telecomando che può essere riposto dentro la tasca, che anche questa solitamente si trova sotto il bracciolo destro.

Diciamo che quest’ultime poltrone sono particolarmente indicate per tutte quelle persone che hanno difficoltà motorie. Se sei tu che ne hai bisogno oppure hai un genitore anziano, le poltrone relax elettriche fanno proprio al caso tuo. Grazie al sistema lift la poltrona si solleva da terra.
Questo è ottimo appunto per chi ha problemi ad alzarsi e a sedersi. Grazie a questo tipo di poltrone chi ha problemi di mobilità diventa più autonomo e non sforza più le braccia, le gambe e la schiena.

Le poltrone relax manuali sono altrettanto comode, ma non sono indicate per chi ha difficoltà a muoversi perché non essendo costituite da uno o due motori, come le poltrone elettriche, non possono assumere determinate posizioni.

Perciò la poltrona manuale si può sistemare principalmente in tre posizioni che sono:

  • schienale alzato e poggiapiedi abbassato;
  • schienale alzato e poggiapiedi alzato;
  • schienale alzato e poggiapiedi alzato.

Quindi non essendoci il sistema lift la poltrona non può alzarsi.

Viste tutte queste caratteristiche, capite voi stessi quanto è importante provare in prima persona la poltrona prima di comprarla.

La comodità è una sensazione puramente soggettiva, ad esempio c’è chi cerca una poltrona confortevole per i problemi che ha alla schiena, oppure c’è chi ha problemi alle gambe e quindi avendo altri bisogni ne può cercare una di un altro tipo.

Dunque avere ben chiaro in mente cosa si cerca dalla poltrona relax è fondamentale.

In base alle tue necessità, al tuo stile di vita e ai tuoi gusti dovrai essere in grado di scegliere logicamente la poltrona che più si avvicina a te.

Oggi qualsiasi poltrona che si sceglie non si sbaglia mai perché tutte sono state progettate per regalare quel grande senso di comfort e inoltre si ha anche la fortuna di poter scegliere tra una vasta gamma di poltrone.

Nuova soluzione per il risparmio energetico: gli impianti con accumulo

L’impianto fotovoltaico con accumulo strutturalmente non si differenzia molto dal classico impianto fotovoltaico.
Visti dall’esterno sono simili. Le batterie con accumulo hanno la caratteristica di poter essere aggiunte all’installazione dei pannelli anche in un secondo momento. Se si è intenzionati a montare le batterie con accumulo, quello che è importante è determinare se effettivamente c’è un giusto spazio che possa accogliere le batterie, e quindi l’impianto d’accumulazione. A oggi si sono raggiunti degli ottimi risultati con gli impianti fotovoltaici, prima l’unica scelta che si poteva fare era quella di decidere di montare un normale impianto fotovoltaico con cui si poteva fare lo “scambio sul posto”. Invece fortunatamente adesso grazie al progresso tecnologico che è avvenuto nel settore delle batterie, sono diventate più produttive e anche più economiche. In particolar modo per questi due motivi sempre più persone hanno cominciato a interessarsi all’impianto fotovoltaico con accumulo.

Come funziona l’impianto fotovoltaico con accumulo?

Generalmente l’energia che viene prodotta dall’impianto fotovoltaico, durante le ore di irraggiamento, non viene usata tutta per la casa. Dunque il resto dell’energia viene mandata alla rete elettrica. Questo processo si chiama “scambio sul posto”. Solitamente però la notte viene consumata più energia elettrica, quando non è presente il sole. Ma è qui che entrano in gioco gli impianti fotovoltaici con accumulo. Le batterie hanno la funzione di immagazzinare l’energia elettrica. Con questo procedimento si riesce a utilizzare in modo totale la corrente che viene prodotta durante le ore di irraggiamento solare. Tutto questo avviene collegando semplicemente all’impianto fotovoltaico una batteria che è in grado di conservare la corrente che poi si potrà utilizzare la sera.
Perciò con gli impianti fotovoltaici con accumulo si può consumare di notte l’energia che si è prodotta durante il giorno.
E’ stato stimato che montando un impianto fotovoltaico con accumulo si riesce a soddisfare quasi totalmente il fabbisogno giornaliero.
In tal modo sicuramente c’è l’aumento dell’autoconsumo. Si trae vantaggio sia quando si riesce nell’immediato a sfruttare direttamente l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico e sia quando si utilizza l’energia accumulata dalla batteria. Così si andrà a utilizzare sempre meno l’energia della rete elettrica. Di conseguenza ci sarà un risparmio economico in bolletta.
Perciò con il sistema di accumulo aumenta la parte di energia autoconsumata rispetto al classico fotovoltaico che effettua lo “scambio sul posto”. Oltre al ritorno economico c’è anche la possibilità di poter usufruire di un sistema di alimentazione di emergenza nel caso si verificasse il blackout.

Consigli e vantaggi

Prima dell’acquisto di un sistema di accumulo si consiglia di valutare e stabilire i reali vantaggi economici in rapporto ai bisogni e allo stile di vita, quindi dei fabbisogni energetici personali. Inoltre è importante prendere in considerazione i tempi di rientro per il fatto che un’impianto fotovoltaico con accumulo a causa della batteria ha un costo maggiore. Di conseguenza il ritorno economico ha tempi più lunghi in confronto a un normale impianto fotovoltaico.
Le spese dell’installazione dell’impianto fotovoltaico con accumulo, anche se sono superiori a quello del sistema a scambio sul posto, dopo un tot di anni si potranno recuperare come minimo una parte dell’importo. Bisogna dire che i prezzi delle batterie con il passare degli anni hanno continuato a scendere.
Quando si va ad acquistare la batteria bisogna prendere in considerazione il tempo di vita che viene indicato in anni e in numero di cicli di vita, ovvero, cicli di carica e di scarica. Naturalmente questa proprietà dipende dalle necessità di energia elettrica, più saranno alte e più si ripeteranno i cicli di carica e di scarica e di conseguenza diminuirà la durata delle batterie. E’ fondamentale che ci sia la presenza di garanzie scritte sul tempo di vita o sui cicli di vita delle batterie. Perciò si raccomanda di rivolgersi a un’azienda affidabile, che abbia una buona reputazione.

Sei interessato ad un impianto con accumulo? Visita la seguente pagina: https://www.be-next.it/impianti-fotovoltaici/impianti-con-accumulo/